Mese dopo mese i titoli più interessanti sulla Cina arrivati sul mercato editoriale italiano nel corso del 2021. Saggi, romanzi, racconti e libri per bambini di autori cinesi e non, dedicati al Dragone

GENNAIO 2021

La zuppa della festa Laba di Zhang Qiusheng (Cina in Italia, edizione italiana e cinese, traduzione di Giulia Carbone, 48 pagine, 13 euro)

copertina laba

La festa Laba, che secondo il calendario lunare cinese si celebra l’ottavo giorno del dodicesimo mese, ha origini molto antiche ed è considerata il giorno più freddo dell’anno. Durante questa festività, i cinesi preparano una speciale zuppa e pregano per un raccolto abbondante e per la felicità della famiglia. La zuppa della festa Laba è la tenera storia della piccola Yan che, insieme alla sua nonnina, prepara la zuppa da offrire in dono agli dei e agli antenati e da condividere con gli anziani del villaggio. Un racconto che insegna ai piccoli lettori il rispetto, la gratitudine e il valore di un gesto di gentilezza.

 

Le regole d’oro del Feng Shui. Riordina la tua casa per riscoprire benessere e prosperità di Yuchico Rinoie (Gribaudo, 134 pagine, euro 14,90)

regole_oro_fengshuiIl Feng Shui è nato più di 3.000 anni fa in Cina. È un insieme complesso di conoscenze, a metà strada fra arte e scienza, che svela come equilibrare le energie di uno spazio abitativo per assicurarsi benessere e prosperità. Yuchiku Rinoie, l’esperta di Feng Shui più popolare in Giappone, propone un approccio semplice e pratico per organizzare la propria casa e fare il pieno di energia positiva. Grazie a questo libro è possibile scoprire non solo le regole base del Feng Shui, ma anche come organizzare ogni stanza al meglio, con consigli specifici per propiziare la buona riuscita delle situazioni più disparate, dal superamento di un esame universitario al cambio di lavoro.

 

La stirpe della gru di Joan He (Mondadori, traduzione di Gabriele Giorgi, 456 pagine, 22 euro)

stirpe della gruLa principessa Hesina di Yan ha sempre desiderato sfuggire alle responsabilità della corona, per vivere nell’anonimato. Ma quando il suo amato padre muore, viene gettata nell’arena dei giochi di potere e diventa all’improvviso sovrana di un regno incredibilmente instabile. Per di più, Hesina è convinta che il re sia stato ucciso e che l’omicida sia qualcuno che le è molto vicino. La corte è piena di ipocriti e delatori che non vedono l’ora di approfittare della morte del monarca per accrescere la propria influenza: ciascuno di loro potrebbe essere l’assassino. I suoi consiglieri vorrebbero che Hesina accusasse il regno confinante di Kendi’a, il cui governante ha già radunato le truppe per la guerra. Determinata invece a trovare il vero colpevole e con qualche dubbio sulla fedeltà della sua stessa famiglia, Hesina compie un gesto disperato: si rivolge a un’indovina, il Giaggiolo argenteo. Un atto di tradimento, punibile con la morte, poiché la magia nel regno di Yan è da secoli vietata dalla legge. Seguendo le parole della veggente, Hesina chiede aiuto ad Akira, un delinquente patentato dalla mente brillante e acuta, un detenuto che nasconde più di un segreto. Il futuro del regno di Yan è in pericolo: riuscirà Hesina ad avere giustizia per suo padre? O il prezzo da pagare sarà troppo alto?

 

Sguardi interculturali. Pearl S. Buck e la Cina a cura di Valeria Gennero, Maria Gottardo, Junwei Yao (Ombre corte,  191 pagine, 18 euro)

pearl Buck e la Cina_coverRaccolta di saggi che offrono una lettura innovativa dell’eredità letteraria della scrittrice insignita del Premio Nobel per la Letteratura, mettendo in primo piano la ricezione transnazionale della sua opera e il ruolo svolto dalla letteratura nella percezione occidentale della Cina repubblicana. Viene inoltre presentata per la prima volta una selezione di ben quattro saggi di studiosi cinesi. Anche in Cina infatti Pearl S. Buck è oggi al centro di una riscoperta critica, dopo anni di oblio, e questo rende particolarmente importante questa pubblicazione, in cui letteratura, storia culturale e teoria della traduzione contribuiscono a illuminare un percorso artistico di straordinaria attualità.

 

Colora il mondo di Mu Ming (Future Fiction, edizione italiana e cinese, traduzione di Marto Botosso e Maria Teresa Trucillo, 318 pagine, 16 euro cartaceo/3,99 e-book)

colora il mondo_ mu ming

Correttori retinali per migliorare la vista, animatronici di compagnia per compensare la solitudine, IA di supporto alla perdita di funzionalità causata dell’invecchiamento e una serie di “potenziamenti” volti a trasformare i nostri sensi in qualcosa di diverso da ciò che abbiamo sperimentato sinora: sono queste alcune delle innovazioni che Mu Ming (pseudonimo di Gu Congyun) utilizza per costruire una drammaturgia fantascientifica capace di unire l’antica tradizione cinese, i suoi miti e le sue leggende millenarie, con le ultimissime scoperte nei campi della programmazione neurolinguistica, dell’intelligenza artificiale e della robotica. In questi racconti basati su teorie scientifiche altamente plausibili, l’autrice modella i suoi personaggi come uno specchio dei nostri tempi per consentirci di esplorare e scorgere un’altra verità del mondo.

 

La storia del giuggiolo di Ye Zhaoyan (Atmosphere Libri, a cura di Marco Fumian, 160 pagine, 16 euro)

la storia del giuggioloAmbientato in un lungo e tormentato periodo della storia cinese moderna, dall’invasione giapponese iniziata nel 1937 fino all’inizio dell’era riformista nel 1979, questo romanzo breve tuttavia mette in secondo piano i tragici e crudeli eventi della grande storia per concentrarsi sulle micro-storie di personaggi marginali, anch’esse comunque intrise di violenza: abbiamo così l’efferato assassinio di Erhan da parte del bandito Faccia Candida, l’uccisione di Faccia Candida da parte del fratello di Erhan divenuto eroe proletario ma soltanto per vendetta, l’incomprensibile scomparsa del comandante comunista Xie Siling caduto in una trappola per un’ingenuità personale, mentre su tutto, a fare da raccordo alle mortifere prepotenze dei maschi coinvolti nella storia, la storia di Xiuyun, una donna incompresa e sfortunata, oggetto passivo del desiderio altrui, divenuta prima la moglie inerte del libertino Erhan, quindi l’amante-schiava del bieco Faccia Candida, e infine l’amante-cameriera del funzionario comunista “vecchio Qiao”. Pubblicata in Cina nel 1988, è una delle opere più note della cosiddetta “avanguardia”, la breve ma intensa esperienza di sperimentazione letteraria che ha rappresentato il culmine dell’esplosione artistica degli anni Ottanta cinesi, a cui hanno partecipato anche autori molto conosciuti come Yu Hua, Su Tong e Ge Fei.

 

FEBBRAIO 2021

Capire la Cina di Adriano Màdaro (Giunti, 684 pagine, 20 euro)

capire_la_cina_madaroLa Cina. Per due millenni l’Impero Proibito, nello scorso secolo il potenziale nemico, in questi ultimi vent’anni il grande avversario al primato planetario. Un enigma – una Civiltà altra – che ha sempre intrigato e diviso l’Occidente. Tanti sono stati gli esploratori, i religiosi, gli avventurieri che sono arrivati nel Celeste Impero e hanno provato a raccontarlo, ma solo pochi sono riusciti a mettere da parte i pregiudizi per capirne e apprezzarne la diversità. Capire la Cina offre la testimonianza diretta di uno dei più importanti sinologi al mondo che, nel corso di cinquant’anni e 216 viaggi ha potuto osservare con i suoi occhi i cambiamenti, le contraddizioni, le speranze, gli errori ma anche i grandi successi del Paese del Drago. Da Marco Polo al Socialismo alla cinese, dalla questione tibetana alla pericolosa gara con gli Stati Uniti per la supremazia mondiale, dalle proteste di Hong Kong ai misteriosi virus SARS: tutte le informazioni e i retroscena per scoprire una nazione fondamentale nell’assetto geopolitico mondiale. Perché non si può capire la Cina di oggi se non si conosce ciò che è stata per oltre duemila anni: un caso unico.

 

Il regno delle donne. L’ultimo matriarcato di Ricardo Coler (Nottetempo, traduzione di Angela Masotti, 216 pagine, 15 euro)

regno delle donne_coverEsce a quindici anni dalla prima pubblicazione una nuova edizione, arricchita di un’introduzione scritta dall’autore, il medico argentino Ricardo Coler che viaggia nella provincia cinese dello Yunnan fino alle remote sponde del Lago Lugu per conoscere i Mosuo, una delle più pure culture matrilineari al mondo. In questa regione appartata vive una comunità matriarcale, nella quale le donne amministrano l’economia, il lavoro e la vita familiare, non hanno compagni fissi, ignorano il legame matrimoniale e la figura paterna. In famiglie dominate esclusivamente da madri e nonne, lo scrittore incontra uomini che ai privilegi femminili si sono felicemente adeguati, con poche responsabilità, nessuna iniziativa o spinta alla competizione, e molto tempo per giocare a mahjong, oziare e fumare in riva al lago. Un mondo in cui i dissidi sono guardati con imbarazzo, la violenza è praticamente sconosciuta e la vita prende una piega impensabile.

 

Spaghetti cinesi di Ma Jian (Feltrinelli, traduzione di Nicoletta Pesaro, 192 pagine, euro 9,50)

spaghetti cinesi_ma jian_coverNuova edizione del romanzo di Ma Jian, da tempo ormai fuori catalogo. Uno scrittore professionista e un donatore di sangue professionista pranzano insieme. Sono due persone molto diverse e hanno filosofie e stili di vita opposti, ma vivono nella medesima realtà, la Cina post-Tian’anmen, quella delle grandi opportunità, delle libertà ritrovate e dei facili guadagni. Mentre mangiano, lo scrittore racconta che il Partito gli ha commissionato un romanzo propagandistico incentrato su Lei Feng, una sorta di Stakanov cinese. Questo lavoro gli avrebbe assicurato un posto nella storia: sarebbe entrato finalmente nel Grande dizionario degli scrittori cinesi. Il problema è che sono altri i personaggi che popolano l’immaginario dello scrittore professionista.

 

Il sogno cinese di Ma Jian (Feltrinelli, traduzione di Katia Bagnoli, 160 pagine, 15 euro)

sogno cinese_ma jian_coverMa Daode è un mediocre politico di provincia. Fedele al Partito e devoto ammiratore del presidente Xi Jinping, è ricco e corrotto, ha dodici amanti principali, le Dodici Forcine di Jinling, come le fanciulle del romanzo della Dinastia Qing, Il sogno della camera rossa. Accanito sostenitore della causa del Sogno cinese e della visione di Ringiovanimento del Paese di Xi Jinping, dal suo Ufficio Rotondo, di pochi metri più piccolo del più celebre Studio Ovale, lavora perché il sogno cinese diventi globale. Ha un problema, però: durante la Rivoluzione culturale, come tante giovani Guardie rosse ha commesso parecchi crimini e i sogni del suo passato, che fino a oggi lo hanno tormentato nel sonno, adesso si presentano anche di giorno, sotto forma di allucinazioni, rendendogli la vita sempre più difficile. Vorrebbe così tanto smettere di sognare questo doloroso passato che il governo ha rimosso dalla coscienza collettiva di tutto il Paese, da proporsi volontario per un impianto cerebrale di un dispositivo che garantisce il completo lavaggio del cervello. Inevitabilmente Ma Daode finisce per precipitare nella follia, e la sua disgregazione rispecchia quella di un popolo disposto a cancellare a ogni costo la propria storia perché accecato da materialismo, infantilismo, violenza e bugie.

 

Un drago in metropolitana di Sergio Badino (Coccole Books, illustrazioni di Nicolò Mingolini, 158 pagine, 10 euro)

un drago in metropolitana_coverMarzia e Arty, durante una visita ai lavori della nuova metropolitana, sentono un rumore che fa venire i brividi. Chi si nasconde dietro quel terribile suono? È l’inizio di un’incredibile avventura. Nonno Peng, la scuola di Kung-fu e i biscotti del loro papà aiuteranno i due fratellini a risolvere il mistero. Età consigliata: dagli 8 anni.

 

 

Marco Polo e l’incredibile Milione di Luca Novelli (Editoriale Scienza, 128 pagine, euro 9,90)

marco polo e l'incredibile milioneViaggiatore ed esploratore. Ragazzino a Venezia, Occhio dell’Imperatore nel Catai. È sopravvissuto ad avventure mortali. È diventato ricchissimo e ha perso tutto o quasi. Ha incontrato l’amore e la guerra, pirati e creature fantastiche. Ha raccontato fatti e cose stupefacenti che ha visto con i suoi occhi. Ha fatto sognare re, imperatori e uomini di scienza. È autore del più straordinario libro di viaggi della storia: Il Milione, un best seller come pochi altri al mondo. Questa biografia fa parte della collana dedicata ai più grandi scienziati della storia e contiene tanti approfondimenti e bellissime illustrazioni. Età consigliata: dagli 8 anni.

 

MARZO 2021

Innovazione, proprietà intellettuale e sviluppo regionale. Un’analisi dello sviluppo tecnologico cinese di Antonio Crupi (Edizioni ETS, 152 pagine, 14 euro)

innovazione_proprietà intellettuale_coverNegli ultimi decenni, il mondo sta assistendo ad una incredibile ascesa della Cina come potenza economica e tecnologica. Il Paese è attualmente nel pieno della sua transizione dall’essere la “fabbrica del mondo” a divenire un’economia guidata dall’innovazione. Ma, come ha avuto origine questa trasformazione? Quali sono stati i driver che hanno portato il dragone cinese ad aspirare alla leadership mondiale della conoscenza e dell’innovazione? Il presente volume risponde a queste domande attraverso l’analisi del rapporto tra politiche di innovazione, sviluppo regionale, proprietà intellettuale e trasferimento tecnologico nel contesto cinese. La pianificazione economico-sociale, l’assenza di una netta marcatura tra pubblico e privato, gli enormi investimenti in scienza e tecnologia e l’aumento significativo di brevetti sono alcuni degli aspetti che hanno portato la Cina nel Gotha dell’innovazione mondiale. Quale sia il vero modello dell’innovazione Made in China e altri elementi trattati nel volume ci aiutano a comprendere perché i prossimi anni saranno cruciali per determinare e regolamentare i nostri rapporti, in termini di innovazione e trasferimento tecnologico, con i partner cinesi.

 

Le associazioni dei fedeli cristiani in Cina. Storia e contesti della Diocesi di Xianxian di Li Jingren (Urbaniana University Press, 224 pagine, 20 euro)

associazioni_fedeli_cristiani_cina_coverAncor prima del Concilio Vaticano II, in Cina numerose associazioni cattoliche furono fondate dai missionari e dai fedeli laici, perseguendo fini specifici ecclesiali secondo le esigenze del tempo e del luogo, contribuendo alla diffusione della fede cattolica e custodendola durante i tempi più difficili. L’analisi del fenomeno associativo in alcuni momenti della storia della Cina consente di evidenziare come l’interazione tra Cristianesimo ed elementi delle diverse culture e religioni e lo stesso sistema organizzativo delle associazioni del popolo cinese abbiano costituito un terreno assai fertile per l’opera dei missionari. Questo studio – approfondendo in particolare la situazione nella Diocesi di Xianxian – prende in considerazione quattro delle forme tipiche delle associazioni tradizionali, rappresentative in ragione della loro diffusione e della struttura: quelle a carattere religioso, quelle dei letterati, quelle caritative e infine quelle dei concittadini. Oggetto di ricerca e di analisi è anche l’influenza dell’economia sociale e della politica adottata dal governo nei confronti delle associazioni.

 

Montagne e nuvole negli occhi di Wu Ming-yi (edizioni e/o, traduzione di Silvia Pozzi, 204 pagine, 18 euro)

montagne e nuvole negli occhi_coverSull’isola di Wayo-wayo, il destino di ogni figlio maschio secondogenito è già segnato: al compimento dei quindici anni, dovrà mettersi in mare per offrirsi come sacrificio umano al dio del mare. Atrei, tuttavia, ha deciso che sarà il primo a sfidare questa sorte. E a sopravvivere. Sull’altra costa, la vita di Alice sarà travolta da un gigantesco accumulo di spazzatura galleggiante venuto a infrangersi sulle coste di Taiwan che porta con sé anche Atrei. All’indomani della catastrofe, Atrei e Alice intraprendono un viaggio fra le montagne, cercando di ripercorrere il sentiero battuto dal marito della donna, prima di morire: sperano così di risolvere il mistero della scomparsa del figlio. Mentre fra i due nasce un’inaspettata amicizia, emergerà un oscuro segreto, per cui Alice dovrà mettere in discussione i propri ricordi e tutte le sue certezze.

 

Easy Breezy di Yi Yang (Bao Publishing, 194 pagine, 20 euro)

EASY-BREEZY_coverUn male assortito gruppetto di ragazzi, più uno zio bonario e remissivo, ruba un furgone con l’intento di rivenderlo a malavitosi locali, ma quando sul sedile posteriore, da sotto una coperta, si risveglia una bambina che da tutto il giorno i notiziari danno per scomparsa, la missione cambia improvvisamente, e anche le vite dei membri della sgangherata combriccola non saranno mai più le stesse.
Da Yi Yang, talentuosa autrice cinese che vive in Italia, un road movie sui generis dalla struttura apparentemente spontanea, ma che costruisce le relazioni tra i personaggi con una maestria da narratrice consumata. Una vera sorpresa narrativa, sostenuta da un impianto grafico assolutamente stupefacente e stilisticamente innovativo

 

La mano invisibile. Come il Partito Comunista Cinese sta rimodellando il mondo di Clive Hamilton e Mareike Ohlberg (Fazi, 450 pagine, 20 euro)

mano_invisibile_coverIl Partito Comunista Cinese è determinato a rimodellare il mondo a sua immagine e somiglianza, con l’obiettivo di vincere quella che considera una feroce guerra ideologica contro l’Occidente. Ai suoi occhi il mondo si divide in due: coloro che possono essere conquistati e i nemici. Pezzi importanti dell’élite economica e politica occidentale sono già stati cooptati; molti altri, proprio in questo momento, stanno valutando se stringere o meno un patto col diavolo. Attraverso il suo enorme potere economico e le sue operazioni segrete “di influenza”, la Cina sta lentamente ma inesorabilmente indebolendo le istituzioni globali, prendendo di mira in modo aggressivo le singole imprese e minacciando la libertà di espressione nei campi delle arti, della cultura e del mondo accademico. Allo stesso tempo, i servizi di sicurezza occidentali sono sempre più preoccupati per le incursioni cinesi nella nostra infrastruttura di telecomunicazioni. Questa la tesi sostenuta dagli autori nel libro La mano invisibile.

 

L’epoca dei tatuaggi di Su Tong (Orientalia Editrice, traduzione di Maria Rita Masci, 152 pagine, euro 13,30, disponibile da fine marzo)

epoca_dei_tatuaggi_coverCina del sud, metà degli anni Settanta, i ragazzini di via Xiangchunshu cercano disperatamente di emergere dalle difficoltà della vita quotidiana che affrontano nella quasi completa assenza degli adulti. Attraverso le loro storie, intrise di violenza e brutalità, Su Tong trasporta il lettore negli anni terribili della Rivoluzione culturale che, sebbene mai menzionata, rimane la ragione implicita del crollo dei codici morali di un’intera generazione.

Cinque splendidi racconti inediti di uno dei più importanti scrittori cinesi contemporanei presentati per la prima volta in una raccolta: L’epoca dei tatuaggi, I fratelli Shu, Banda autonoma, La scena del crimine, Diario di agosto.

 

APRILE 2021

Mosè sulla pianura di Shuang Xuetao (Atmosphere Libri, a cura di Paolo Magagnin, 17 euro)

mosè sulla pianura_cover

Il racconto che dà il titolo alla raccolta narra la storia di un detective che si occupa di indagare su un vecchio caso di omicidio di un tassista, accaduto dodici anni prima. Quando gli indizi iniziano a indicare un padre e una figlia nel quartiere della sua infanzia come potenziali sospetti, il detective sprofonda nella confusione. Mentre l’indagine scava più a fondo, sente che potrebbe anche essere coinvolto nel caso.

Tra gli altri racconti Il maestro, la storia della discesa nella follia di un giocatore di scacchi maniacale; Teppista in cui un giovane, dopo aver vissuto con i nonni, si trasferisce dai genitori in una stanzetta attigua all’officina in cui lavora il padre, dove subisce i soprusi del guardiano; Il sonno eterno che racconta di un giovane che si ritrova con la sua ex ragazza nel mezzo di un conflitto a fuoco scatenato dagli abitanti del villaggio.

 

Il piccolo dizionario cinese dello slang del web (Cina in Italia, e-book, 4 euro)

piccolo dizionario slang webIn un’epoca in cui internet e i social media rappresentano il mezzo principale che regola le relazioni interpersonali, la diffusione della comunicazione online ha portato il mondo alla ricerca di un canale comunicativo più rapido e immediato. Così come in Occidente, anche in Cina il bagaglio linguistico si è caricato di espressioni e parole tipiche dello slang giovanile e in particolare il vocabolario della comunicazione telematica informale si è arricchito con neologismi, contrazioni, abbreviazioni, acronimi e analogie. Per chi studia la lingua cinese, apprendere lo slang del web può facilitare lo scambio e la comunicazione con i cinesi. Dopo Il piccolo dizionario cinese delle buone maniere, Cina in Italia propone un compendio delle parole ed espressioni più utilizzate sul web cinese.

 

PROSSIMAMENTE

Giovane Babilonia di Lu Nei (Atmosphere Libri)

Concetti chiave del pensiero e della cultura cinese (Csa editrice, in uscita entro aprile i primi tre volumi dell’opera)

Dove le ragioni svaniscono di Li Yiyun (NN Editore, in uscita il 27 maggio)