La casa editrice Cina in Italia ha in catalogo molte pubblicazioni bilingui, sia per adulti che per bambini

La casa editrice Cina in Italia nasce nel 2017 dall’evoluzione dell’omonima rivista bilingue, pubblicata in cinese e in italiano, ideata da Hu Lanbo e fondata nel 2001.

Il catalogo di Cina in Italia si compone di volumi che esplorano diversi generi e che sono ideati per ogni tipo di lettore, dagli adulti ai più piccoli. Molti sono pubblicati in edizione bilingue.

 

LIBRI PER ADULTI

La strada per Roma di Hu Lanbo (traduzione di Laura Cassanelli, 2009)

la strada per roma_coverTre città, tre decenni e una ragazza che diventa donna e che, partendo da Pechino, arriva fino a Parigi con la gloriosa Fiat Itala: un viaggio attraverso l’Europa in cui incontrerà un nuovo amore che la condurrà fino a Roma.

La giornalista e scrittrice, che vive in Italia da oltre trent’anni, ripercorre la strada che da Pechino l’ha condotta fino a Roma, la città che l’ha adottata e dove si è dedicata ininterrottamente all’integrazione e alla conoscenza reciproca tra Italia e Cina, italiani e cinesi.

 

Il sole delle otto del mattino di Hu Lanbo (traduzione di Laura Cassanelli, 2017)

il_sole_delle_otto_del_mattinoUn romanzo sospeso tra realtà storica e finzione letteraria che racconta la Rivoluzione Culturale dal punto di vista di una bambina, poi adolescente e giovane donna, il cui unico e imperdonabile peccato è quello di essere assetata di amore e conoscenza. Scritto da Hu Lanbo a soli ventidue anni, dà una lettura completamente inedita della Rivoluzione Culturale che travolge la protagonista Leilei quando è solo una bambina, costringendola a crescere in fretta, a fare i conti con la solitudine e le responsabilità prima del tempo, a conoscere il dolore e la violenza.

 

COLLANA BACO DA SETA

La collana Baco da Seta, pubblicata in edizione bilingue cinese e italiano, si pone l’obiettivo di raccontare le molteplici sfaccettature della cultura cinese al pubblico italiano.

 

La primavera di Pechino di Hu Lanbo (2019)

la primavera di pechino_coverUna raccolta di oltre trenta racconti e articoli in cui l’autrice narra estratti della sua vita in un lungo percorso che attraversa città, varca confini, esplora colori profumi ed emozioni. I racconti raccolgono momenti della sua vita, pensieri, riflessioni e sentimenti.

I racconti sono seguiti da alcune poesie scritte in italiano dall’autrice e accompagnate da calligrafie di caratteri cinesi realizzate appositamente dall’artista romana Bibi Trabucchi.

 

 

Noi restiamo qui. Come la comunità cinese ha vissuto l’epidemia di Autori vari (2020)

noi restiamo qui_coverCi sono oltre trecentomila immigrati cinesi che vivono in Italia. Dopo lo scoppio dell’epidemia la maggior parte di loro ha scelto di rimanere qui. Come hanno vissuto questo periodo? Cosa hanno fatto? Quali sono stati i loro pensieri?

Questa raccolta di articoli scritti da ventidue cinesi, provenienti da tutta Italia e dalle occupazioni più disparate, permette al lettore di entrare nella comunità cinese in Italia e di scoprire che non si tratta di una comunità “chiusa”.

 

Il vaso cinese di Hu Lanbo (2021)

Vaso-cinese_copertinaI cinesi non muoiono mai? C’è libertà di culto in Cina? Qual è il rapporto che lega i cinesi alla famiglia? E quale alla patria? Dopo più di trentasei anni passati in Europa, attraverso la sua scrittura chiara e semplice, Hu Lanbo risponde a queste e molte altre domande, sfatando i falsi miti che ancora oggi minano la comprensione della cultura cinese. Sebbene la Cina sia già nota per la sua economia in continua crescita, la sua cultura, le sue tradizioni e il motivo di alcuni “strani atteggiamenti” cinesi restano ancora un mistero per molti occidentali. Il volume, quindi, intende fornire al lettore gli strumenti adatti per comprendere la Cina e accostarsi alla sua cultura. Un punto di vista diverso, fornito direttamente da una cinese italianizzata che da anni lavora per la comprensione reciproca e per la collaborazione tra i suoi due Paesi, Italia e Cina.

 

Hao di Li Shuman (traduzione di Maura Schettino, 2021)

copertina haoRaccolta di trenta poesie composte da una cinese che vive in Italia e dedicate alle sue emozioni in un Paese straniero. «La poesia è amore. La poesia esprime la volontà. I semi di poesia piantati nell’infanzia germogliano durante la crescita e arricchiscono la vita. Il compleanno di mia figlia si avvicina, è quasi maggiorenne. Da madre, quale regalo potrei farle che sia duraturo ed esprima al meglio i miei sentimenti?», scrive l’autrice a cui, quindi, è venuta questa idea ed è nato un libro di poesie. Essendo 好 hǎo l’ideogramma cinese che designa il buono, il bello, il bene, composto da 女 , figlia o donna, e 子 , figlio, sua figlia ha pensato che un bel nome per questo libro sarebbe stato proprio 好 Hao. Le poesie sono accompagnate dai disegni della figlia a cui le ha dedicate.

 

COLLANA INCINQUE

La collana INCINQUE nasce con l’obiettivo di divulgare la cultura cinese e le fiabe tradizionali cinesi tra bambini e ragazzi italiani e cinesi di seconda generazione. I volumi sono ideali anche per gli studenti di lingua cinese alle prime armi. Oltre a diffondere le fiabe tradizionali, la collana si pone l’obiettivo di insegnare le basi della lingua cinese in cinque anni, cinque caratteri alla volta. Ogni albo illustrato, in versione bilingue e completo di trascrizione fonetica e di codici QR che permettono di ascoltare la pronuncia italiana e cinese, racconta infatti l’evoluzione di cinque caratteri cinesi contenuti nel testo. Grazie a una griglia inserita alla fine di ogni libro, è possibili anche esercitarsi nella scrittura dei caratteri.

 

Mulan di Hu Lanbo (illustrazioni di Li Jiazhe, traduzione di Giulia Carbone, 2019)

mulan_cinainitalia_coverLa celebre leggenda dell’eroina cinese che, per proteggere il padre gravemente malato, si traveste da uomo e parte in guerra al suo posto.

Molto tempo fa, i villaggi del nord della Cina venivano spesso derubati e incendiati dai nomadi Rouran, così l’imperatore cinese ordinò un contrattacco. Ogni famiglia era chiamata a inviare un uomo sul campo di battaglia, ma il padre di Mulan era gravemente malato. Così sua figlia decise di camuffarsi da guerriero per prendere il posto del padre. Sul campo di battaglia, Mulan dimostrò molto coraggio. Dopo dieci anni la guerra finì e Mulan fece ritorno a casa, ritornando nelle vesti di una splendida ragazza.

 

L’albero di ombrelli di Bai Bing (illustrazioni di Li Hongzhuan, traduzione di Giulia Carbone, 2019)

albero ombrelli_cina in italiaLe avventure di due piccoli panda e del loro migliore amico, un ombrello rosso di carta di riso, con un epilogo magico e inaspettato. Gua Gua e la sua sorellina Ya Ya sono due piccoli panda che amano trascorrere il tempo con il loro ombrello rosso. Sfortunatamente, a causa di una terribile tempesta, il vecchio ombrello va perduto. Disperati, i due fratellini intraprendono un viaggio alla ricerca del loro amico e, aiutati da tanti simpatici animaletti, scoprono che è successo qualcosa di incredibile: il loro vecchio ombrello si è trasformato in un enorme albero sui cui rami crescono migliaia di ombrellini rossi.

 

Nian. L’origine del Capodanno cinese di Zhu Huiying (traduzione di Giulia Carbone, 2019)

nian copertinaUn’antica leggenda narra che tanto tempo fa, nel fondo dell’oceano, viveva un mostro gigante di nome Nian. Ogni anno, durante i giorni più freddi, Nian saliva in superficie e divorava tutti gli abitanti del vicino villaggio. Tra questi viveva un bambino che, stanco di nascondersi, tirò fuori tutto il suo ingegno e il suo coraggio e riuscì a sconfiggere il mostro usando degli oggetti che divennero così il simbolo del Capodanno cinese, la più importante festività cinese.

 

La zuppa della festa Laba di Zhang Qiusheng (traduzione di Giulia Carbone, 2021)

copertina labaSecondo il calendario lunare cinese, la festa Laba si celebra l’ottavo giorno del dodicesimo mese. Questa festività ha origini molto antiche, che i cinesi onorano festeggiando e mangiando la speciale zuppa Laba. Durante la festa Laba, i cinesi preparano zuppa di riso e aglio in salamoia e pregano per un raccolto abbondante e per la felicità della famiglia. Questo albo illustrato è la tenera storia della piccola Yan che, insieme alla sua nonnina, prepara la zuppa da offrire in dono agli dei e agli antenati. La bambina condivide il cibo della festa con gli anziani del villaggio e infine si gode la gioia del Laba con la sua famiglia. L’usanza di offrire la zuppa Laba agli dei aiuterà i piccoli lettori a guardare il mondo da una prospettiva diversa, insegnando loro il rispetto e la gratitudine. La tenerezza e la premura che la piccola Yan dimostra tenendo da parte una ciotola di zuppa per i parenti lontani e consegnandone un po’ agli anziani del villaggio, insegnerà loro il valore di un gesto di gentilezza.

 

Chiamare la luna di Wu Xia (illustrazioni di Meno Ziru, traduzione di Lea Vendramel, 2021)

chiamare la luna_coverLa storia di questo libro è ambientata nel periodo della Festa di Metà Autunno, protagonista è la piccola Yueyue, che attende il ritorno a casa del padre previsto proprio per quel giorno. Il papà lontano, infatti, le aveva promesso che sarebbe tornato «il giorno in cui la luna fosse diventata più rotonda». Quel giorno, quindi, la bambina lo aspetta con impazienza. Ma si leva un’improvvisa raffica di vento, la luna si nasconde e Yueyue, in ansia, la cerca ovunque. Corre fino in cima alla collina gridando, chiama la luna, finalmente riappare e anche il papà fa ritorno.

 

Il cavallo del dipinto magico di A Jia (illustrazioni di Dai Dunbang, traduzione di Valentina Mazzanti, 2021)

Il-cavallo-del-dipinto-magico_copertinaIspirata ai Racconti fantastici dello studio Liao di Pu Songling, scrittore cinese della dinastia Qing (1636-1911), la storia narra la vicenda di un cavallo magico che prende vita da un dipinto appeso nella casa del vecchio Zeng. Il cavallo aiuterà il giovane Cui Sheng a fare fortuna mettendo però in difficoltà il vecchio Zeng che, ignaro di tutto, verrà salvato proprio dal giovane ragazzo. L’opera Racconti fantastici dello studio Liao, conosciuta anche con il nome Storie di fantasmi e volpi, è una raccolta di 491 storie.

 

Nezha conquista il Re Dragone di Tang Yaming (illustrazioni di Yu Dawu, traduzione di Daniela Baranello, 2021)

Nezha_copertinaLa leggenda di Nezha narra di un ragazzino con superpoteri innati che, mentre si diverte a giocare vicino al mare, si ritrova a combattere con coraggio prima contro il malvagio Demone Blu del mare orientale, poi contro il Terzo Figlio del Re Dragone, facendo così arrabbiare proprio il Re Dragone e scatenando una tempesta. Per proteggere gli abitanti del posto, Nezha sacrifica se stesso. Alla fine, sarà riportato in vita da un monaco immortale, distruggerà il Palazzo del Drago e sconfiggerà il Re Dragone, liberando le persone dal male.

 

Wang Xiao e la barchetta incantata di Lao She (illustrazioni di Chen Yongzhen, traduzione di Giulia Carbone, 2021)

copertina wang xiaoCon l’aiuto dei suoi amici, il piccolo Wang Xiao parte all’avventura per riconquistare la barchetta magica rubata del malvagio Zhang Tre No.

 

 

Il cervo di nove colori di Feng Jiannan (edizione bilingue, traduzione di Lea Vendramel, 2022)

il cervo di nove colori_coverUn incantatore di serpenti, intento a cercare erbe medicinali tra le montagne, cade accidentalmente in acqua e viene salvato da un cervo di nove colori, che gli chiede di non raccontare a nessuno di averlo incontrato. Ma la regina, venuta a sapere dell’esistenza di questo meraviglioso animale, desidera avere un abito con la sua pelle. Allora il re pubblica un editto, promettendo una ricompensa a chiunque lo avesse catturato. L’incantatore di serpenti dimentica la sua promessa e attira in una trappola il cervo di nove colori, che però grazie ai suoi poteri riesce a fuggire.

 

L’albero di pere di Chen Hui (edizione bilingue, illustrazioni di Dai Hongqian e Dai Dunbang, traduzione di Maura Schettino, 2022)

albero di pere_coverQuesto racconto è tratto dai Racconti straordinari dello Studio di Liao, scritto da Pu Songling ai tempi della dinastia Qing (1636-1912). Racconta la storia di un taoista che punisce un avaro venditore di pere. Il taoista lancia un incantesimo per trasformare un torsolo in un albero di pere e distribuirne i frutti a tutti. Sciolto l’incantesimo, si scopre che quelle erano in realtà le pere del venditore.

 

Niu Lang e Zhi Nu. La leggenda del bovaro e della tessitrice di Chen Hui (edizione bilingue, illustrazioni di Wang Zumin, traduzione di Francesca Runci e Flavia Terrana, 2022)

niu lang e zhi nu_coverLa storia d’amore tra la tessitrice celeste Zhi Nü e il bovaro Niu Lang è molto conosciuta in Cina.

Da questa leggenda ha avuto origine la Festa di Qixi, dedicata agli innamorati e celebrata il settimo giorno del settimo mese lunare, per questo detta anche Festa del Doppio Sette.

 

Il pennello incantato di Hong Xuntao (edizione bilingue, illustrazioni di Yang Yongqing, traduzione di Giulia Carbone, 2022)

il pennello incantato_coverFin da bambino Ma Liang amava dipingere, ma la sua famiglia era molto povera e non poteva acquistare i pennelli. Ci pensava giorno e notte e alla fine ricevette un pennello magico da un anziano immortale. Ma Liang, grazie a questo pennello che poteva dare vita ai dipinti, fece molte cose buone per gli abitanti del suo villaggio.

 

Sima Guang e la giara di Yang Yongqing (edizione bilingue illustrata, traduzione di Francesca Runci e Flavia Terrana, 2022)

sima guang e la giara_coverSima Guang, storico della Dinastia Song settentrionale, ha redatto l’importante opera storiografica cinese Specchio comprensivo per l’aiuto nel governo (Zizhi Tongjian), che consta di 294 capitoli. Ha impiegato diciannove anni per completare l’opera che copre 1362 anni di storia cinese, dal 403 a.C. al 959 d.C. Fin da piccolo, Sima Guang era particolarmente sveglio. Un giorno, mentre giocava con gli amici, uno di loro cadde dentro una giara piena d’acqua, ma lui non si fece prendere dal panico e riuscì a trovare la soluzione migliore per salvarlo.

 

Le pietre dai cinque colori di A Jia (edizione bilingue, illustrazioni di Zhu Chengliang, traduzione di Francesca Runci e Flavia Terrana, 2022)

le pietre dai cinque colori_coverBasato su una leggenda popolare dell’area del lago Tai Hu nella Cina meridionale, questo libro narra la storia di un intagliatore di nome A Liang che cercò pietre di cinque colori e poi le incise con grande cura. Di fronte all’avidità e alla brutalità dei potenti, preferì sacrificare la sua vita per proteggere i tesori a beneficio del popolo del lago Tai Hu. Il libro cita Nüwa, la divinità che secondo i cinesi ha creato l’umanità, e Dayu che, secondo la leggenda, nei tempi antichi, quando le pianure centrali spesso si allagavano, imparando dal fallimento dei suoi predecessori, riuscì a controllare le acque deviandole, facendole passare attraverso i canali e alla fine sfociare nel mare.

 

Cao Chong e l’elefante di Yang Yongqing (edizione bilingue, illustrata, traduzione di Francesca Runci e Flavia Terrana, 2022)

cao chong e l'elefante_coverCao Chong era l’amato figlio minore di Cao Cao, statista e stratega della fine della dinastia Han orientale, fin da piccolo molto intelligente.

Quando capitò che nessuno sapeva come pesare un elefante, Cao Chong escogitò un trucco, ricevendo così le lodi di tutti.

E-BOOK

Il piccolo dizionario cinese delle buone maniere (2020)

piccolo dizionario cinese buone maniere_copertinaBreve compendio dei termini fondamentali dell’etichetta cinese ideato come un valido supporto al percorso di studio della lingua cinese. Partendo dal presupposto che in Cina l’etichetta ricopre un ruolo fondamentale, sia nei comportamenti che nel linguaggio, conoscerla è importante per potersi rapportare correttamente con i cinesi, in ambito privato ma soprattutto professionale. Come si legge nella prefazione al piccolo dizionario, «nel corso della storia, la lingua cinese ha subito considerevoli mutamenti, tuttavia molti dei termini che rientrano nelle “buone maniere” sono rimasti invariati».

 

Il piccolo dizionario cinese dello slang del web (2021)

piccolo dizionario slang webIn un’epoca in cui internet e i social media rappresentano il mezzo principale che regola le relazioni interpersonali, la diffusione della comunicazione online ha portato il mondo alla ricerca di un canale comunicativo più rapido e immediato. Così come in Occidente, anche in Cina il bagaglio linguistico si è caricato di espressioni e parole tipiche dello slang giovanile e in particolare il vocabolario della comunicazione telematica informale si è arricchito con neologismi, contrazioni, abbreviazioni, acronimi e analogie. Per chi studia la lingua cinese, apprendere lo slang del web può facilitare lo scambio e la comunicazione con i cinesi. Abbiamo quindi raccolto alcuni tra i termini colloquiali più usati in Cina, sperando che gli studenti possano trarne giovamento e migliorare la fluidità del loro cinese divertendosi.