Cinque libri cinesi diventati film (prima parte)

cinema_pellicola

Dietro pellicole di successo ci sono spesso titoli di grandi autori. Una piccola guida per chi ama lettura, cinema e Cina

Parlando con amici cinefili, mi sono resa conto che spesso attraverso i film si avvicinano alla lettura di libri e autori che altrimenti non prenderebbero minimamente in considerazione. Capita spesso, infatti, che registi e sceneggiatori portino sul grande schermo storie tratte da libri più o meno noti, che magari proprio grazie alla trasposizione cinematografica raggiungono un pubblico più ampio.

Ecco perché, anche se il più delle volte la frase spesso pronunciata da noi lettori è: «È meglio il libro!», ho pensato di passare in rassegna i titoli di scrittori cinesi le cui storie hanno ispirato film che spesso in Occidente sono più conosciuti dei testi da cui sono stati tratti.

La ricerca ha portato più risultati del previsto, facendomi scoprire anche film di cui non conoscevo l’esistenza o libri che non sapevo avessero ispirato una versione cinematografica.

Di seguito i primi cinque libri e i rispettivi cinque film da vedere (o rivedere). Ma vi anticipo che è solo la prima puntata, perché il binomio libro-film va ben oltre i cinque libri di questa rubrica.

 

SORGO ROSSO di Mo Yan

sorgo_rosso_mo_yanÈ probabilmente il libro più conosciuto in Occidente di Mo Yan, scrittore cinese insignito del Premio Nobel per la letteratura nel 2012. Romanzo storico pubblicato in Cina prima in cinque parti, tra il 1985 e il 1986, e poi in un unico volume nel 1988, arriva in Italia nel 1994, edito da Theoria e successivamente da Einaudi.

Ambientato a Gaomi, paese natale di Mo Yan, racconta la storia di Yu Zhan’ao e della sua famiglia, attraverso le testimonianze e i ricordi raccolti da un nipote. Le vicende attraversano la storia cinese dagli anni Venti fino al periodo prima della Rivoluzione Culturale e tracciano un vivido affresco del popolo cinese e della Cina.

sorgo rosso_locandina filmL’omonimo film Sorgo Rosso è stato diretto nel 1987 dal regista Zhang Yimou, che l’anno successivo è stato premiato con l’Orso d’Oro al Festival di Berlino.

Protagonista è la giovane Nove Fiori, venduta in sposa a un vecchio e ricco proprietario di una distilleria in cambio di un mulo. Mentre la sua portantina attraversa i campi di sorgo rosso per raggiungere la sua nuova abitazione, un bandito sferra il suo assalto e tenta di violentarla, ma il portatore Yu la salva. Dopo tre giorni, quando Nove Fiori, come vuole la tradizione, si reca a far visita alla sua famiglia d’origine, Yu la rapisce e, poiché il marito viene ucciso in circostanze misteriose, i due si sposano e guidano insieme la distilleria. La loro famiglia dovrà affrontare poi le difficoltà portate dalla successiva invasione dei giapponesi, che tenteranno di imporre la distruzione forzata dei campi di sorgo rosso per costruire una strada.

 

IL RE DEI BAMBINI di Acheng

il re dei bambini_locandina film

Il re dei bambini è uno dei tre racconti lunghi che compongono La trilogia dei re di Acheng, insieme a Il re degli alberi e Il re degli scacchi. Scritti durante il periodo della Rivoluzione culturale (1966-1976) e pubblicati un decennio dopo, sono ispirati alle esperienze vissute dall’autore in quel periodo.

La trasposizione cinematografica de Il re dei bambini è opera di Chen Kaige, regista della cosiddetta “quinta generazione” del cinema cinese. Arrivata sugli schermi nel 1987, in concorso al Festival di Cannes l’anno seguente, la pellicola racconta la storia di un maestro inviato a insegnare in un villaggio di campagna, dove insegna con metodi creativi, non seguendo i programmi imposti.

 

IL RE DEGLI SCACCHI di Acheng

L’anno successivo esce il film di un altro dei racconti de La trilogia dei re, Il re degli scacchi. La regia è di Teng Wenji, che porta sullo schermo la storia di un campione di scacchi negli anni difficili della Rivoluzione culturale, segnati dalla rieducazione nelle campagne.

 

MOGLI E CONCUBINE di Su Tong

mogli e concubine_coverPubblicato in Cina nel 1989, Mogli e concubine di Su Tong è stato tradotto e pubblicato per la prima volta in Italia nel 1992, un anno dopo l’uscita del film Lanterne rosse, diretto da Zhang Yimou, tratto proprio dal libro e candidato all’Oscar come Miglior film straniero.

Ambientato nella Cina degli anni Venti del secolo scorso, racconta la storia di Songlian, interpretata da una giovanissima Gong Li. In seguito alla morte del padre, la ragazza è costretta a sposarsi con il ricco Chen Zuoqian, diventandone la quarta moglie. Si renderà presto conto che la vita del palazzo è più dura del previsto, segnata da gelosie e ripicche, bugie e inganni, tradimenti e punizioni.

lanterne rosse_locandinaLa pellicola ha ottenuto vari premi, tra cui il Leone d’Argento – Premio speciale per la regia alla Mostra del Cinema di Venezia e il David di Donatello come miglior film straniero, giocando così un ruolo importantissimo nel portare all’attenzione del grande pubblico il cinema cinese.

 

LA MOGLIE DI WAN VA IN TRIBUNALE di Chen Yuanbin

la storia di qiu ju_locandinaZhang Yimou è anche il regista del film del 1992 La storia di Qiu Ju, tratto dal racconto lungo La moglie di Wan va in tribunale di Chen Yuanbin, pubblicato in Italia da Theoria quello stesso anno e tornato in libreria di recente in una nuova edizione di Atmosphere Libri, intitolata come la celebre trasposizione cinematografica premiata con il Leone d’Oro come miglior film e la Coppa Volpi  per la migliore interpretazione femminile alla Mostra del Cinema di Venezia del 1992.

Protagonista è la contadina Qiu Ju, interpretata dall’attrice Gong Li, alle prese con la burocrazia cinese, di fronte alla quale, nonostante ostacoli e difficoltà, non si arrende, decisa a riparare a tutti i costi un’offesa subita dal marito da parte di un burocrate di partito.

Presto la seconda e la terza puntata di questo viaggio nei libri cinesi approdati sul grande schermo del cinema!

Se avete titoli da suggerire, scriveteli in un commento, ne scriverò nei prossimi post dedicati al binomio libri-film!

 

Leggi qui l’articolo: Cinque libri diventati film (seconda parte)

Leggi qui l’articolo: Cinque libri diventati film (terza parte)

2 Replies to “Cinque libri cinesi diventati film (prima parte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *