La nostra storia, il lungo amore tra Pingru e Meitang

la nostra storia_particolare

Rao Pingru ripercorre, con parole e immagini, tutta la sua vita, dall’infanzia fino alla morte di sua moglie Mao Meitang, con cui ha vissuto una storia d’amore in grado di superare ostacoli e distanze

Parole e immagini si susseguono in questo libro, scritto e disegnato da Rao Pingru. La nostra storia (La nave di Teseo, 2018) è un’autobiografia, in cui l’autore ripercorre tutta la sua vita, dai primi ricordi della sua infanzia, negli anni Trenta del secolo scorso, fino alla morte di sua moglie, nel 2008.

Proprio la storia d’amore con Mao Meitang è il cuore del libro, la parte più intensa e toccante. I due si erano conosciuti da bambini, quando vivevano nella provincia del Jiangxi, grazie all’amicizia che univa le loro famiglie.

Da bambini ci incontrammo due volte e quei momenti ci rimasero impressi nella mente, diventando ricordi preziosi.

Quando la rivede ormai cresciuta, Pingru ritrae la sua immagine dando forma e colore a quella che per lui diventa «la prima vera impressione di Meitang». Si vede la ragazza affacciata alla finestra, mentre si passa il rossetto guardandosi allo specchio: un disegno meraviglioso nella sua semplicità.

Le loro vite e la loro unione si intrecciano con le vicissitudini che interessano la Cina nel corso del Novecento e, ripercorrendo tutte le tappe che hanno scandito le loro esistenze, Rao Pingru racconta anche la storia del suo Paese, passato attraverso la guerra con i giapponesi, lo scontro tra nazionalisti e comunisti, i campi di rieducazione per i controrivoluzionari.

Nel 1940, nel pieno della guerra con il Giappone, Pingru decide di arruolarsi e ricordando quel periodo scrive:

Nel bel mezzo della guerra, pensai mentre sentivo gli spari intorno a me: “Sarà questo il posto dove verrò sepolto?” 

Ma non è l’unico periodo di separazione che segnerà il suo lungo rapporto con Meitang. Dopo le nozze, i vari trasferimenti, le difficoltà dovute alla disoccupazione e il trasferimento a Shanghai, la nascita dei figli e le feste in famiglia, nel 1958 Rao Pingru viene deportato in un campo di lavoro nella provincia dell’Anhui, dove resterà per oltre vent’anni. Essendo stato un ufficiale dell’esercito nazionalista, con l’avvento dei comunisti, infatti, è ritenuto un controrivoluzionario. Sono anni difficili, scanditi dalla sofferenza, ma la distanza non intacca il loro legame.

Dopo la sua liberazione, riusciranno a vivere qualche anno di ritrovata felicità, che subirà però un duro colpo a causa della malattia che colpirà Meitang.

la nostra storia_rao pingruLa morte della moglie è un dolore immenso per Pingru, ormai ottantasettenne. Decide così di raccontare la loro storia in un libro, affidando a parole e immagini i suoi numerosi ricordi e il compito di mantenerli vivi per sempre.

La particolarità del volume sta proprio nel fatto che il testo è scandito da numerose immagini, dai colori vivaci e dai tratti decisi, accompagnate da didascalie dettagliate che aiutano il lettore a entrare ancora di più nel racconto, riuscendo a dare un volto ai personaggi della storia e a comprenderne meglio le ambientazioni, che riportano a una Cina lontana e per molti aspetti difficile da immaginare per noi occidentali ormai abituati alle immagini futuristiche che ci arrivano dall’Estremo Oriente.

Nonostante le pagine rievochino episodi drammatici e dolorosi, Rao Pingru riesce a tratteggiarli con una lingua semplice, uno stile lineare e delicato, che esprime ogni sentimento in modo leggero e pacato, senza estremismi o esagerazioni, né di fronte alle sofferenze né di fronte ai momenti di felicità. Una scelta probabilmente dettata dal fatto che è il suo sentimento d’amore per Meitang il filo conduttore del libro. Un sentimento che si manterrà costante e forte, nonostante le numerose prove che si è trovato a dover affrontare e superare.

Il volume si chiude con alcuni estratti delle lettere scritte da Meitang al marito durante gli anni trascorsi nel campo di rieducazione.

La nostra storia è un libro poetico, in cui una storia d’amore, per molti aspetti comune a molti cinesi dell’epoca, è resa straordinaria, quasi una favola grazie alla dolcezza con cui è resa eterna.

Summary
Review Date
Reviewed Item
La nostra storia
Author Rating
41star1star1star1stargray

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *